Perle di memoria

Partecipi attivamente alla messa in scena di quest’opera speciale! I mondi della musica, del canto e delle immagini si fondono in un’unica opera d’arte e il linguaggio del corpo, dai gesti più ampi con entrambe le braccia ai movimenti più contenuti, permette di interpretare il brano.

Alla realizzazione di questa installazione unica nel mondo hanno partecipato artisti di primo livello: l’artista dei media Johannes Deutsch, i professionisti della musica Nick & Clemens Prokop, la Filarmonica di Vienna, il soprano Natalia Ushakova e il progettista dell’interazione Stefan Schilcher.

Contenuto delle perle di memoria

Le scene si svolgono nella veranda in vetro di una cantante. Al mattino, dopo la sua grande interpretazione all’Opera della sera prima, Celeste si trova nella veranda della sua casa. Ancora immersa nei suoi sogni, i pensieri di Celeste si confondono con la vista oltre la finestra. Le prime luci dell’alba filtrano oltre la vetrata. A poco a poco la veranda si apre e diventa lo sfondo di un teatro immaginario. I pensieri della cantante iniziano a scorrere come le scene di un film. Riaffiora alla mente nella carrellata dei ricordi la serata all’Opera del giorno prima. Celeste vede la rappresentazione del “Don Giovanni”, le luci dei riflettori e ascolta la musica. Quando i ricordi dell’applauso la sopraffanno, inebriandola, svaniscono le ultime reminiscenze del riposo notturno. Con il cuore che batte, Celeste nota quanto riescano a travolgerla i ricordi del suo ruolo e di quello del suo partner. La storia d’amore avvenuta dietro le quinte tra i due cantanti (Don Giovanni utilizzava il suo personaggio allo stesso modo sul palco e dietro le quinte) fa scivolare Celeste in uno stato di trance.

Con l’arrivo della nostalgia inizia per la cantante la parte drammatica della storia. Celeste non sembra più guardare dalla sua veranda e, come in un caleidoscopio, stralci di ricordi iniziano a ruotare vorticosamente davanti ai suoi occhi. Il viso di Don Giovanni appare ovunque, fino a occupare l’intera veranda, l’intera stanza. Celeste è in trappola, le vetrate delle veranda si riempiono di immagini. I ricordi trascinano la cantante in un viaggio. Le immagini del Don Giovanni, dell’Olandese volante e delle Metamorfosi di Ovidio scintillano e si confondono. Un viaggio al mare finisce in naufragio. Riuscirà Celeste, con il meraviglioso suono della sua voce, a riprendere il controllo e a placare le immagini e le scene di questo mondo dei sogni?

Making of “Perle di memoria”