Strumentario

Qui nello strumentario vengono illustrati i principi della produzione del suono attraverso quattro strumenti sovradimensionati.

Instrumentarium

Aerofoni

Alla Sua sinistra si trova uno strumento musicale appartenente alla famiglia degli strumenti a fiato detti anche aerofoni. Si tratta di un fischietto percorribile a piedi: si posizioni in questo strumento a fiato arancione e aspetti che la parete scorrevole vada su e giù. Il suono diventa più acuto o più grave?

Instrumentarium

Membranofoni

La prossima fermata è il nostro tamburo gigante, che rappresenta tutti i cosiddetti membranofoni o strumenti a percussione con membrana. La invitiamo, facendo attenzione, a battere un ritmo sul tamburo con il palmo delle mani.

Idiofoni

Sopra di Lei, sul soffitto, vengono suonate le piastre dello xilofono, che rappresentano tutti gli strumenti a vibrazione propria, chiamati anche idiofoni.

Instrumentarium

Cordofoni

L’ultimo „strumento gigante“, anch’esso facente parte di questa installazione, è il nostro strumento a corda sovradimensionato, appartenente al gruppo dei cordofoni.

Gli strumenti vengono fatti oscillare attraverso un generatore di suono computerizzato producendo così un’esperienza sonora particolare.

Elaborazione digitale del suono

Anche in questa sala vi sono dei terminali interattivi che illustrano e spiegano lo stato attuale dell’elaborazione del suono. I suoni vengono resi visibili ed è possibile creare, ad esempio, il proprio paesaggio sonoro:

Timbro

Lo spettro sonoro di un tono comprende la nota fondamentale, gli ipertoni e le componenti di rumore e contribuisce in modo decisivo alla determinazione del „carattere“ di un suono. Qui può trovare un laboratorio di pittura acustico dove toni, suoni e rumori vengono rappresentati con determinati colori. “Dipinga” con la Sua voce!

Paesaggi sonori

Il sonogramma è la rappresentazione grafica di un suono. Come nella tastiera, a sinistra si trovano le frequenze basse e a destra quelle alte. L’asse verticale mostra l’intensità di volume del suono e il piano che scorre in avanti in modo prospettico esprime lo sviluppo temporale del suono. Dalle forme montagnose si possono ricavare i componenti acustici fondamentali del suono.

Trasformazione sonora

Il termine “sound-morphing” definisce la mutazione, la metamorfosi di un suono in un altro, che può comportare una sostanziale deformazione dei parametri musicali di potenza, altezza, durata e timbro.